caret-sm-white star-half circle-drag icon-checkmark-nocircle icon-envelope Left Arrow Scroll down Scroll down close Expand Scroll down quote-marks squiggle Play Pause long squiggle squiggle 1 close filter-icon Info Compare Compare Selected Information
Consigli per la corsa

I primi 3 miti sulla corsa… svelati

Runner animati che fanno stretching
Freccia in giù
Freccia in giù

DISCLAIMER: QUESTO ARTICOLO NON FORNISCE CONSULENZA MEDICA

Il contenuto di questo post è da intendersi solo a scopo informativo o educativo generale e non intende sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale. Chiedi sempre il parere del tuo medico o di un altro operatore sanitario qualificato per qualsiasi domanda tu possa avere in merito a una condizione medica o a un trattamento e prima di apportare modifiche alle tue routine di corsa, alimentazione, fitness o terapeutica.

Principianti o esperti, vogliamo che tutti i runner possano trarre il massimo da ogni corsa. Abbiamo chiesto agli specialisti della corsa del team Brooks Run Signature di sfatare i tre miti più comuni sulla corsa, in modo che tu possa avere tutte le informazioni di cui hai bisogno per abbracciare al meglio la filosofia “Run Happy”.

Scopri di più su Brooks Run Signature

La corsa rovina le ginocchia?

Mito! La corsa fa davvero bene alle ginocchia.

Disegno di gambe in movimento

Brooks gestisce un laboratorio di ricerca dedicato che si occupa di comprendere gli effetti positivi e negativi della corsa sulle persone.

La corsa aiuta le ginocchia a rimanere in salute. Il nostro corpo si adatta costantemente alle forze esterne a cui è soggetto; mentre corriamo, la cartilagine si rimodella e diventa più forte, riducendo al minimo il rischio di sviluppare artrite con l’avanzare dell’età.

Matt Trudeau Specialista in biomeccanica in Brooks

Tuttavia, la corsa non trasforma il tuo corpo in una macchina a prova di lesioni. “Un carico eccessivo può essere dannoso, per cui è importante procedere e aumentare gradualmente nella corsa”, osserva Trudeau.

Per massimizzare i benefici della corsa per tutto l’organismo, scegli delle scarpe che supportino il percorso di movimento naturale e unico del tuo corpo. Puoi utilizzare lo strumento Trova la tua scarpa per individuare il supporto e la vestibilità giusti per le tue corse.

Si deve fare stretching prima di correre?

Mito! Dovresti riscaldarti, ma non con lo stretching tradizionale.

Disegno di un runner che fa stretching

Esistono due diversi tipi di stretching: statico e dinamico. Lo stretching statico è ciò a cui le persone generalmente pensano quando immaginano un allungamento, come piegarsi per toccare le dita dei piedi e mantenere la posa per ottenere quel dolce allungamento del tendine del ginocchio. Tuttavia, lo stretching statico non è così utile per i runner che hanno bisogno di riscaldarsi prima di una corsa.

A loro si consiglia, invece, di provare uno stretching più dinamico prima dello sforzo. Lo stretching dinamico riduce il rischio di lesioni e aumenta il flusso sanguigno ai muscoli e alle articolazioni. Oscillazioni delle gambe, air squat, high knees e calci ai glutei.

Prova questi 5 stretching dinamici per i runner consigliati dall’allenatore professionista Tywon Thompson. Le banane aiutano a prevenire i crampi durante la corsa?

Mito! Le banane sono nutrienti ma non alleviano i crampi provocati dall’esercizio.

Disegno di una banana

Le banane sono ottimi snack da consumare prima dell’attività, ricche di zuccheri ed elettroliti facilmente digeribili.

In genere, i crampi muscolari durante l’esercizio sono causati da disidratazione o squilibri elettrolitici. Ma quindi, essendo le banane ricche di elettroliti, dovrebbero essere ottime per prevenire i crampi, giusto?

Non esattamente. Uno studio del 2012 del Dipartimento di salute, nutrizione e scienze motorie della North Dakota State University ha rilevato che è improbabile che le banane, nonostante siano ricche di elettroliti, allevino i crampi provocati dall’esercizio.

Ma non mettiamole da parte: le banane contengono molti altri buoni nutrienti. Le banane sono snack facili da trasportare e possono essere un ottimo carburante per qualsiasi esercizio.

Cosa si dovrebbe mangiare per alleviare i crampi?

La ricerca indica che i cibi a base di aceto possono aiutare ad alleviare i crampi. L’aceto invia un messaggio al cervello per rilassare il sistema nervoso, diminuendo l’attività del motoneurone nel muscolo che presenta il crampo. Consuma un po’ di succo di cetriolo o un po’ di aceto di mele prima della prossima corsa; l’aiuto preventivo giusto per i crampi muscolari.

Le informazioni scientifiche ti piacciono? Dai un’occhiata ai contenuti a cura del Run Signature team per saperne di più. 

Etichette