caret-sm-white star-half circle-drag icon-checkmark-nocircle icon-envelope Left Arrow Scroll down Scroll down close Expand Scroll down quote-marks squiggle Play Play Pause Pause long squiggle squiggle 1 close filter-icon Info Compare Compare Selected Information

Spedizione gratuita per tutti gli ordini superiori a 75 €, e resi gratuiti.

Italia Bandiera Italia italiano Cambia
Prodotti e tecnologia

Giacche e altri capi da running resistenti alle intemperie possono avere un impatto positivo sulla corsa

Un runner mentre compie un passo in una pozzanghera d’acqua correndo sotto la pioggia.
Freccia in giù
Freccia in giù

Pioggia: correre o non correre, questo è il dilemma Se usi abbigliamento da corsa di qualità, non dovrai più porti questa domanda. Accessori come giacche o cappelli resistenti alle intemperie possono farti decidere di uscire anche in condizioni di maltempo.

Correre può essere una cosa molto semplice. Forse hai sneaker, top e pantaloncini o leggings perfetti per le tue esigenze, ma puoi dire lo stesso degli accessori? Può essere difficile affrontare la pioggia o la neve, ma puoi anche semplificarti la vita. Aggiungere qualche capo in più al tuo abbigliamento da running può rendere l’uscita un po’ più facile e influire positivamente sul tuo umore durante la corsa. Eccone alcuni che puoi prendere in considerazione per affrontare una corsa sotto la pioggia.

Giacca resistente alle intemperie

Se hai già una giacca, ma non è fatta per l’esercizio fisico, probabilmente suderai non appena iniziata la corsa. Le giacche sportive, in particolare quelle appositamente ideate per la corsa, sono realizzate con materiali tecnici, come il tessuto mesh per la fodera, che consentono una certa traspirabilità. La classica giacca weatherproof, invece, viene confezionata con altri materiali, scelti appositamente per tenere caldo il corpo. Ma questo non è necessario, nel caso della corsa: perchè sentirsi a disagio, correndo con un impermeabile, quando esistono giacche progettate per rendere la corsa più confortevole?

Un altro vantaggio delle giacche da corsa weatherproof è che sono leggere, come la Brooks Carbonite, dotata anche di materiale rifrangente per una migliore visibilità sulla strada. Devi vestirti considerando che la tua temperatura corporea aumenterà di almeno 10 gradi rispetto all’inizio della corsa, e così come il materiale di una giacca non di tipo tecnico può farti sudare, indossare una giacca troppo pesante può portarti al surriscaldamento.

L’unico caso in cui è opportuno indossare una giacca un po’ più pesante, è quando la temperatura esterna è inferiore ai 7° C. Anche in questo caso, scegli con cura gli strati da indossare. Se hai caldo indossando la giacca leggera (oppure se smette di piovere), questa deve poter essere facilmente allacciata in vita senza risultare ingombrante.

Idratazione portatile

Un’unità d’idratazione affidabile, che sia in un gilet, in una cintura o anche un dispositivo portatile, ti consentirà di affrontare senza alcun problema lunghe distanze, corse estive o una sessione di running dopo una serata fuori (lo fai anche tu?). Correre sotto la pioggia può indurti a pensare che non avrai sete, ma perché correre rischi inutili?

Tieni presente che, per sapere qual è il tipo di idratazione che più si adatta alle tue esigenze, dovrai andare per tentativi ed errori. Preferisci avere un contenitore con qualcosa da bere tenendolo in mano oppure sulla schiena o in vita? La scelta sta a te. Se la cosa non fa per te, valuta l’idea di lasciare delle fonti di idratazione lungo il percorso o di passare per un negozio di alimentari o la casa di un amico strada facendo, così non dovrai portare nulla con te.

Tracker o smartwatch

Maltempo e pozzanghere (o cercare di rimanere visibili alle auto) possono influire sulla tua velocità, ma se non registri il tuo allenamento è come se non avessi corso, vero? Si sa cosa succede quando l’umidità entra nella porta di ricarica del telefono. Ecco perché molti runner pensano di lasciare il telefono a casa o in auto invece di rischiare portandoselo in tasca.

Molti runner usano uno smartwatch per tracciare i loro percorsi (e chiamare aiuto, se necessario) invece di affidarsi a un’app, la gran parte delle quali può essere collegata all’orologio una volta terminata la corsa. Altri acquistano un orologio o un tracker ideato specificamente per uno stile di vita attivo, come un Fitbit o un Garmin. Queste opzioni sono di solito waterproof. Alcuni tracker possono anche essere dotati di funzionalità musicali, altro motivo in meno per portare con te il telefono. Invece, se preferisci portarlo con te, riponilo nella tasca interna della giacca impermeabile o nella tasca del reggiseno sportivo.

Cappelli

Non è una bella sensazione essere colpiti dalla pioggia, sia che tu stia correndo intensamente o meno. Utilizza un cappello in materiale traspirante, che manterrà la testa fresca e aiuterà anche nel caso di acquazzoni torrenziali. Tanto meglio se è dotato di materiale rifrangente che può contribuire alla tua sicurezza.

È facile pensare che per diventare runner di successo bastino capi basic. Dopotutto, fino a non molto tempo fa, le runner non disponevano nemmeno di reggiseni sportivi o scarpe fatte apposta per la corsa. Questi accessori possono comunque essere considerati “basic”, in quanto puoi scegliere tra quelli semplici o più elaborati. L’obiettivo finale è quello di farti uscire a correre tutte le volte che vuoi e in tutta sicurezza.

I consigli del nostro autore sono intesi solo per scopi informativi o educativi generali. Ti invitiamo a consultare sempre il tuo medico prima di apportare qualsiasi modifica relativa a corsa, alimentazione o routine di fitness.

Etichette
Scritto da
Tonya Russell
Tonya Russell con le mani sui fianchi

Sono una giornalista, una ragazza in forma, un’appassionata viaggiatrice, e spesso combino le tre cose. Se non mi sto allenando per una maratona, probabilmente sto facendo un’escursione con i miei cani o andando a cavallo (in stile inglese). Vengo dal sud del New Jersey, il che significa che sono fan degli Eagles, non dei Giants.