caret-black caret-sm-black caret-sm-white checklist arrow-circle thumb_icon icon-questions bra-icon star star-half review-icon grid-view-icon list-view-icon circle-drag ] icon-checkmark-nocircle icon-envelope Left Arrow Right Arrow Scroll down Scroll down close Scroll down french-quote quote-marks squiggle german-quote Play Pause long squiggle squiggle 1 close filter-icon Info Compare Compare Selected Information
Storie di runner

I benefici psicologici della corsa

Due runner donna che indossano abbigliamento Brooks

Mentre i benefici fisici della corsa sono ben noti, esistono numerose prove che dimostrano come correre possa contribuire anche al benessere mentale. La corsa ha avuto una grande importanza nella gestione del mio benessere nel corso degli anni, e credo che molti altri runner possano dire la stessa cosa. Quali sono alcuni dei benefici psicologici della corsa?

Da quanto ricordo, ho sempre dovuto combattere con depressione ed ansia. È un qualcosa che fa parte della mia mente. Probabilmente, è anche il principale motivo per cui la corsa e il fitness in generale mi hanno attirato fin da quando ero relativamente giovane. Anche se non ne comprendevo pienamente il motivo, sentivo di stare meglio quando mi muovevo.

Ma i benefici psicologici della corsa sono stati riconosciuti anche da un imponente e sempre crescente corpus di lavori scientifici, che continuano a rafforzare l’idea che correre fa bene al corpo e alla mente. Diamo un’occhiata ad alcune delle ultime interessanti scoperte.

Stress ridotto

L’idea di “sfogarsi” attraverso l’esercizio fisico ha una lunga tradizione per un eccellente motivo: funziona. Non ti è mai capitato di avere una giornata durissima e di sentire il bisogno di metterti a correre? Poi, una volta corso, hai avvertito una sensazione di leggerezza e hai potuto gestire meglio lo stress? Personalmente, avverto la differenza nella mia modalità di pensiero se non sono riuscito a rispettare il mio programma di corsa. In effetti, quando i sintomi di ansia e depressione peggiorano in modo evidente, mia moglie mi chiede come stia andando la mia attività di corsa. Cosa avviene veramente? Perché funziona?

Innanzi tutto, partiamo dall’ovvio: correre offre una pausa da tutto ciò che accade nel selvaggio mondo che ci circonda e regala un’esperienza di profonda tranquillità interiore (la chiamiamo Runfulness). A volte, per sentirsi meglio è sufficiente separarsi da un certo contesto per un po’ di tempo. E correre è il modo perfetto per farlo. Ma il dono più straordinario consiste nel fatto che la corsa non si limita a ciò: mette in moto molti altri meccanismi all’interno del cervello.

Per molto tempo, le generiche conoscenze sul fitness affermavano che gli effetti di riduzione dello stress a seguito di una buona attività di corsa fossero il prodotto di sostanze chimiche chiamate endorfine, conosciute per i loro effetti antidolorifici e di stimolazione delle prestazioni a livello muscolare. Chiariamo una cosa. Secondo il dottor David Linden, professore di neuroscienze presso la Johns Hopkins University School of Medicine, molto probabilmente quelle endorfine non sono la causa del particolare beneficio psicologico apportato dalla corsa, in quanto non sono in grado di attraversare effettivamente la barriera ematoencefalica. Ciò significa che esse hanno un impatto pressoché basso o nullo su quanto avviene all’interno del cervello. Linden suggerisce invece che i responsabili siano gli endocannabinoidi, un gruppo di neurotrasmettitori che si muovono all’interno e intorno al cervello.

Una volta giunti al cervello, gli endocannabinoidi possiedono l’incredibile capacità di ridurre la sensazione di ansia e di stimolare la calma. Come avrai probabilmente capito, gli endocannabinoidi sono prodotti in concentrazioni superiori al normale durante l’attività di corsa. Mentre corri, queste adorabili, minuscole sostanze chimiche si adoperano attivamente per dare sollievo al tuo stress e stimolare la calma.

Un uomo e una donna in pausa durante una corsa

Ma cosa succede quando finisci di allenarti? Dopotutto, tutto quanto è fonte di stress può ripresentarsi non appena aperta la porta di casa. Non temere: le neuroscienze sono qui per dare una mano.

Secondo i ricercatori dell’Università del Maryland, il regolare esercizio fisico è davvero in grado di rimodulare il modo in cui il cervello reagisce alle situazioni di stress mettendoci nella condizione di affrontarle meglio nel lungo periodo. Inoltre, uno studio pubblicato su Health Psychology ha preso in esame la stabilità emotiva di oltre 2.000 americani adulti mettendola a confronto con il loro livello di attività fisica. In sintesi, lo scopo dei ricercatori era analizzare come un’attività fisica regolare influenzasse il modo in cui le persone affrontano lo stress. Il team di ricercatori, con esiti tutt’altro che inaspettati, ha scoperto che i soggetti che svolgevano un’attività fisica regolare godevano di una maggiore stabilità emotiva e avevano più probabilità di conservare un’ottica positiva anche nel corso di eventi stressanti.

Miglioramento dell’umore

Correre non solo riduce lo stress del momento, ma mette il cervello in condizione di affrontare meglio quello futuro. Non ci vuole molto a dedurre come tale aspetto possa migliorare l’umore.

Ma c’è di più: i benefici della corsa sul benessere mentale vanno anche oltre. Sebbene non sia chiaro il funzionamento, vi sono numerosi nuovi studi che mostrano come un’attività fisica regolare, corsa compresa, possa contribuire a ridurre i sintomi della depressione. Come fa notare il prof. Linden, “L’attività fisica possiede un marcato effetto antidepressivo. Essa mitiga la risposta cerebrale allo stress fisico ed emotivo”.

Prendiamo per esempio in considerazione uno studio del 2020 tratto dalla Revista Argentina de Clínica Psicológica, pubblicazione che tratta diversi argomenti di psicologia clinica, nel quale si evidenziava che la corsa regolare su lunghe distanze portava a grandi miglioramenti nei casi di depressione grave in studenti di sesso maschile e femminile. Lo studio citato è interessante perché scompone la depressione in più componenti, comparando quindi l’intensità dei sintomi durante i periodi in cui la corsa è svolta con regolarità e i periodi di inattività. Nella quasi totalità dei casi, i runner si sentivano più a proprio agio in situazioni di socializzazione, avevano un maggior senso di realizzazione ed erano in grado di focalizzare meglio l’attenzione sul loro lavoro. Ciò ci conduce a un tema che merita attenzione, ovvero i benefici derivati dall’impostare e raggiungere i propri obiettivi in tema di running. Un programma di corsa ben strutturato può passare attraverso il raggiungimento di obiettivi progressivi, raggiunto ciascuno dei quali la fiducia e il senso di realizzazione crescono, stimolando i benefici della corsa per il benessere mentale.

Un uomo e una donna che corrono su un sentiero

Stimolazione cerebrale

Esistono evidenze consolidate a supporto della tesi che il running praticato con regolarità può effettivamente rendere il cervello una macchina pensante ancora più incredibile di quanto già non sia. Infatti, numerosi studi, inclusa una ricerca condotta dall’American Physiological Society, hanno messo in evidenza come la corsa stimoli uno straordinario processo conosciuto come neurogenesi, o crescita di nuove cellule cerebrali.

Pensaci un momento! Correre fa letteralmente crescere il cervello. Tale processo di crescita è apparso più evidente nell’area dell’ippocampo, una regione cerebrale associata alla memoria. Come conseguenza, è stato dimostrato che la corsa migliora memoria, attenzione e pensiero creativo, e riesce perfino a rallentare il declino cognitivo.

I benefici della corsa per il benessere mentale sono di ampia portata e risaputi. La corsa non si limita a offrire una pausa dallo stress della vita quotidiana e a darti soddisfazione quando raggiungi i tuoi obiettivi: lo sport può anche ristrutturare il cervello per farlo funzionare meglio, in modo più veloce e con minore stress. A prescindere dai propri obiettivi, fisici, mentali, o entrambi, la corsa è lo strumento perfetto per raggiungerli.

I consigli del nostro autore sono intesi solo a scopo informativo o educativo in senso generico. Ti invitiamo a consultare sempre il tuo medico o il servizio di assistenza sanitaria prima di apportare qualsiasi modifica relativa a corsa, alimentazione o routine di fitness.