caret-sm-white star-half circle-drag icon-checkmark-nocircle icon-envelope Left Arrow Scroll down Scroll down close Expand Scroll down quote-marks squiggle Play Pause long squiggle squiggle 1 close filter-icon Info Compare Compare Selected Information
Come

Come vestirsi a strati per le corse invernali

Due runner che indossano abbigliamento a strati per una corsa in pieno inverno.
Freccia in giù
Freccia in giù

Correre in inverno non dev’essere una tortura. Davvero. In questo articolo ti forniremo qualche piccola indicazione su come stare al caldo (ma non troppo), al sicuro e anche all’asciutto in una giornata fredda e ventosa.

Non esagerare con l’abbigliamento

C’è un vecchio proverbio scandinavo che dice che non esiste un tempo sbagliato, ma solo una scelta non adeguata di abbigliamento. In inverno ci sono più persone che si vestono in maniera eccessiva piuttosto che il contrario. Ma se pensi che sia meglio avere troppo caldo piuttosto che troppo freddo, potresti rimpiangere questa scelta quando vai a correre all’aria aperta. La regola generale vuole che ci si vesta come se ci fossero dai 15 ai 20 gradi in più rispetto a quello che si legge sul termometro. Il tuo corpo si riscalderà quando inizierai a muoverti.

Oltre a stare al caldo, è altrettanto importante rimanere asciutti. Vestirsi in modo eccessivo potrebbe causare un’eccessiva sudorazione. Nel caso ti trattenessi fuori più di 20 minuti, potrebbe causarti disagio e farti sentire ancora più freddo. Come possiamo trovare la giusta via di mezzo, allora?

Vestirsi a strati, dalla testa ai piedi

Per una corsa in inverno nel massimo comfort, il trucco è vestirsi a strati in maniera appropriata. Scegliere i materiali giusti e indossarli nell’ordine giusto (solo i supereroi indossano la biancheria intima sopra tutto il resto) ci aiuta a ricreare le condizioni ideali per mantenerci al caldo, all’asciutto e comodi durante una corsa invernale.

  • Strati interni Quello che deve fare il primo strato è allontanare l’umidità dal corpo. Questo strato dovrebbe essere leggero e traspirante. Anche se la lana “vecchia scuola” potrebbe essere un’opzione, molti runner preferiscono optare per tessuti sintetici ad asciugatura rapida.
  • Strati intermedi: Questo strato aiuterà a intrappolare il calore del corpo e a creare una barriera d’aria per tenerti al caldo. Gli strati intermedi sono spesso realizzati in piuma, piuma sintetica o lana merino.
  • Strati esterni: Lo strato esterno dovrebbe essere almeno resistente all’acqua, ma preferibilmente impermeabile. Lo scopo di un strato esterno impermeabile è impedire che neve, nevischio o nebbia siano assorbiti. Serve anche come barriera per impedire al vento freddo e pungente di penetrare attraverso gli strati più interni.

Ti stai chiedendo cosa indossare dalla vita in giù? I collant con pile all’interno ti aiutano a mantenere le gambe al caldo. Consigliamo i tight invece che i pantaloni, poiché è meno probabile che causino attrito o sfregamento. Un altro consiglio semplice ma efficace è quello di infilare lo strato di base nei tight, per aggiungere calore e ridurre il passaggio d’aria.

Due runner che indossano abbigliamento a strati per una corsa invernale.

Scegliere l’abbigliamento giusto per correre durante l’inverno non dev’essere complicato. Continua a leggere per scoprire alcuni piccoli accorgimenti che ti aiuteranno a mantenerti al caldo, all’asciutto e al sicuro.

Testa, spalle, ginocchia e dita dei piedi (e orecchie e dita delle mani)

È importante mantenere calde le estremità. Quando fa freddo, il tuo corpo è progettato per mantenere caldi i tuoi organi più importanti inviando sangue al centro piuttosto che alle mani e ai piedi. Combatti i geloni con alcuni accessori fondamentali:

  • Guanti o muffole: Quando corri, le mani sono in genere gli arti più esposti agli agenti atmosferici. I guanti foderati in pile, con uno strato esterno impermeabile, ti aiutano a proteggere le dita dal formicolio. Se fa molto freddo, o hai le mani che sono soggette più facilmente a geloni e screpolature, indossa le muffole: lo spazio in più consente di diffondere il calore uniformemente.
  • Calzini caldi: Ti consigliamo di correre con calzini di lana merino, perché trattengono particolarmente bene il calore. Inoltre, il materiale non assorbe facilmente l’umidità, il che aiuta i piedi a rimanere asciutti. E la lana è particolarmente consigliato per la capacità di combattere gli odori.
  • Protezione delle orecchie: Ti consigliamo di indossare una fascia o un cappello per tenere le orecchie al caldo. I cappelli aiutano anche a trattenere una maggiore quantità di calore in generale.

Ultimo ma non meno importante, è importante considerare la sicurezza oltre la protezione dal freddo. In inverno il sole tramonta prima e c’è meno luce. È probabile che ti ritroverai a correre al buio. Quando scegli l’abbigliamento per le corse invernali, considera dei capi che abbiano degli elementi rifrangenti. Potresti anche indossare una lampada frontale o applicare una luce lampeggiante al corpo, in modo da poter vedere meglio e risultare maggiormente visibile agli altri.

Vestirsi a strati per uscire a correre può non essere il primo pensiero quando sei ancora dentro, al caldo, con una bella tazza di cioccolata in mano, ma l’aria frizzante di una giornata nevosa può trasformare la corsa in una grande soddisfazione. Metti la sicurezza al primo posto e nulla ti fermerà fino a primavera.

I consigli del nostro autore sono intesi solo a scopo informativo o educativo in senso generico. Ti invitiamo a consultare sempre il tuo medico prima di apportare qualsiasi modifica relativa a corsa, alimentazione o routine di fitness.

Etichette
Scritto da
Tim Kelly

Maratoneta e allenatore

Tim che corre

Nativo dell'Ohio, ama viaggiare, fare giardinaggio e aiutare le persone a fare con il running più di quanto pensassero fosse possibile. 8+ anni da allenatore di running. 12 anni da runner e ciclista.