Pagina principale / Run Happy Blog
Storie di runner

Elabora le tue emozioni mentre corri

Gruppo di runner durante una gara

Nella vita, a volte, ci sono momenti difficili. Correre regolarmente può aiutarti a elaborare sensazioni complicate, alleviare il carico degli impegni quotidiani e stimolare nuove idee.

Corsa e salute mentale

Seguire un buon programma di corsa è un ottimo modo per migliorare la salute dal punto di vista fisico.

Molti esperti concordano nel ritenere che la corsa sia di beneficio anche al cervello.

Nel 2018, “The Lancet Psychiatry” ha pubblicato uno studio condotto su 1,2 milioni di americani che ha riscontrato, tra coloro che praticavano attività fisica regolare, una percentuale del 43,2% in meno di giornate “no” mensili dal punto di vista mentale rispetto a coloro che non facevano regolarmente movimento. Le giornate “no” erano caratterizzate da condizioni di eccessivo stress emotivo.

Lo stesso studio ha dimostrato che il divario tra la condizione di salute mentale tra le persone regolarmente attive e quelle che non praticavano attività fisica con regolarità, era decisamente più marcato rispetto ad altri fattori come il livello di istruzione, l’indice di massa corporea e le condizioni socio-economiche.

Cosa significa tutto questo? Che se corri regolarmente, la tua salute mentale sarà decisamente migliore di quanto potrebbe essere se non lo facessi.

“Runfulness” in azione

Lisa Hallet è l’esempio vivente del potere di ciò che chiamiamo Runfulness. Lisa è la cofondatrice di Wear Blue: Run to Remember, una community di runner nata in onore allo spirito di sacrificio e di servizio dei militari americani.

L’organizzazione ospita le “Saturday Runs”, corse collettive gratuite a frequenza settimanale, in tutti gli States. Wear Blue offre anche numerosi programmi di supporto rivolti ai membri di Gold Star Families e ai militari in servizio attivo organizzando gare, allenamenti e servizi di mentoring.

Lo sport, per Lisa Hallet, ha assunto un nuovo significato da quando, nel 2009, suo marito è stato ucciso nell’Afghanistan meridionale. Madre di tre figli, era già un’appassionata runner, ma lo sport l’ha aiutata a superare la sua perdita devastante.

Runner on a trail runner through the forest

“Da semplice passatempo, la corsa è diventata uno stile di vita, dopo la scomparsa di mio marito. Sono tornata a correre. Ho trovato nelle distanze percorse e nella fatica degli allenamenti lo spazio per essere me stessa e sentirmi vulnerabile. Uno spazio in cui poter vivere il mio dolore, superarlo e diventare più forte”, racconta.

Hallett si è affidata alla corsa per affrontare il processo di elaborazione del lutto. Non si è dedicata allo sport per cercare di dimenticare suo marito o il suo senso di perdita, ma per elaborare le sue emozioni. E, durante il suo percorso, ha creato qualcosa di più grande.

Scopri di più su Runfulness

Il semplice fatto di correre non può risolvere magicamente i problemi che mettono a dura prova la nostra stabilità emotiva. Se così fosse, saremmo tutti runner.

Ma sperimentare lo stato di Runfulness significa creare un momento e uno spazio che contribuisce a trovare soluzioni e ad ispirare nuove idee. Qualunque sia la tua sfida, una separazione, una situazione stressante al lavoro, la perdita di una persona amata, l’effetto Runfulness può fare la differenza per trovare una via d’uscita.